• Foreste a rotoli è la guida verde di Greenpeace sulla carta e cerca di sensibilizzare sull'acquisto responsabile dei prodotti di carta, l'80% dei quali non è frutto di un adeguato processo di riciclaggio. Anche se il riciclo della carta sembra essere triplicato negli ultimi 10 anni, i risultati in termini di sostenibilità ambientale si fanno ancora attendere.

  • Riciclare vuol dire compiere azioni per ridurre in modo diretto i rifiuti e provvedere alla conservazione dell'ambiente; con il riuso creativo e il riciclo, poi, si può dare vita a oggetti originali e a volti impensabili. Prendiamo i sacchetti del pane: possono diventare carta assorbente per le nostre fritture in cucina, ma anche segnaposti, porta candele, porta grissini semplicemente girando il sacchetto e rivoltandone i bordi.

  • L'ONU ha proclamato il 2011 Anno Internazionale delle Foreste (AIF) per sostenere l'impegno di favorire la gestione, la conservazione e lo sviluppo sostenibile delle foreste di tutti il mondo. Il perché è semplice: le foreste assicurano rifugio a persone e biodiversità, sono sorgenti di alimenti, medicinali e acque pulite, e sono fondamentali per il mantenimento climatico di tutto il globo.

  • Un mondo senza carta è praticamente impossibile. Ma è bene sapere che è proprio la carta ad essere uno degli elementi più inquinanti che ci siano sulla Terra: da sola infatti contribuisce al 35% dei rifiuti solidi urbani in tutto il mondo. Riciclare è importante, ogni giorno di più.

  • Ogni città, quando si parla di raccolta differenziata, ha le proprie regole. Ci sono però dei "divieti" comuni a tutti, che è bene ricordare sempre: nel cassonetto della carta NON si devono gettare FAZZOLETTI USATI, TOVAGLIOLI SPORCHI, SCONTRINI FISCALI, BIGLIETTI DELL'AUTOBUS, CARTONI DELLA PIZZA e CARTA BAGNATA

  • Carta e cartone per arredare: oggi è possibile trovare lampade da terra, poltrone, librerie, contenitori di ogni tipo studiati da designer e fatte completamente di cartone! tutti questi oggetti sono belli, comodi e rispettano l'ambiente: con il riclico di 1 tonnellata di carta e cartone si evitano emissioni di circa 210 Kg di anidride carbonica.

  • L'utilizzo di carta riciclata riduce sia l'impiego di materie prime (di cellulosa e, quindi, di legno) sia permette di risparmiare energia e acqua nei processi produttivi. Ogni foglio bianco di carta A4 (80 g/m2), infatti, incorpora 10 litri di acqua mentre un foglio in carta riciclata ne contiene il 75% in meno. Inoltre la carta riciclata ha emissioni medie di anidride carbonica pari a circa la metà di quella non riciclata.

  • Gli alberi possono tirare un sospiro di sollievo! "Scenari di carta", un'indagine promossa da COMIECO e IPSOS, ha rivelato che il consumo di imballaggi cellulosici si è ridotto del 18%, e contemporaneamente è aumentato il riciclo del 7,1%. I comuni più virtuosi sono quelli del Veneto, Trentino - Alto Adige e Friuli - Venezia Giulia dove la riduzione dei consumi ha toccato il 15%.